Seleziona una pagina

20° Anniversario POG

Il tempo ci ha dato ragione e ci fa guardare al futuro
con ottimismo

Il 4 Novembre 1997, venti anni fa, è stata fatta la prima molitura delle olive, nel nuovo frantoio di Ceredello in Caprino Veronese.
La cooperativa POG, nata nel dicembre 1984, si era dotata di un nuovo opificio a Caprino con frantoio, confezionamento e spaccio aziendale.
Alla prima molitura, quel 4 novembre, erano presenti tutti i soci.
Il Presidente Mario Dal Ben, illustrava all’allora sindaco di Caprino Veronese, Maria Teresa Girardi, le novità del nuovo frantoio continuo integrale Pieralisi.

Tra i dieci soci fondatori mi piace qui ricordare il signor Biondani Luigi di 88 anni. Con spirito di intraprendenza e volontà, incoraggiava ed incitava i più giovani a proseguire con entusiasmo e tenacia nella nuova attività.
Non può mancare il riconoscimento al Cav. Adriano Zenari, vero e proprio p.r. della cooperativa, che ha fatto conoscere nel nostro territorio e non solo, e il cui contributo sarà ancora importante per POG.

C’era naturalmente tanto lavoro da fare ma l’entusiasmo non mancava e, alle difficoltà che via via si incontravano, si suppliva con giornate intere di lavoro, anche la domenica, per preparare i nuovi impianti per la molitura. Vanno ricordati i primi soci conferitori delle olive di Caprino Veronese e di Torri del Benaco. Questi ci hanno dato fiducia lasciando altri frantoi per avventurarsi nella nuova e giovane proposta di frantoio.

Molti altri produttori si sono via via associati nel corso degli anni, e altri come in tutte le vicende umane, si sono allontanati ma in questi anni la Cooperativa è sempre cresciuta, sia per numero di soci che per prodotto lavorato ed olio ottenuto. Alla fine degli anni novanta si è anche deciso di iniziare la coltivazione in proprio di oliveti presi in affitto per affrontare la produzione diretta.

In molti ricordano la squadra di operai agricoli brasiliani capitanati dal
Moretto che hanno lavorato alacremente per l’olivicoltura in tutti i comuni dell’Alto Garda. Alla Presidenza della Cooperativa POG si alternavano intanto come presidenti, soci dell’alto Garda, di Lazise e di Bussolengo, per tornare poi all’attuale presidente Nascimbeni Antonio di Brenzone sul Garda.

 

Leggi l’articolo completo qui:
POG Informa

Nel 1998 la Cooperativa ha dato vita, assieme ad alcuni produttori del bresciano, all’attuale consorzio di tutela dell’olio Garda DOP, il cui primo presidente è stato proprio Mario dal Ben.

La Cooperativa produttori olivicoli gardesani, POG, ha cercato sempre di integrarsi sul territorio ponendo una particolare attenzione all’ambiente, alla coltivazione, all’uomo. Molte soddisfazioni si sono avute: ricordiamo la venuta dell’allora Ministro dell’Agricoltura, on. Paolo De Castro, per la inaugurazione del primo impianto di valorizzazione dei residui della lavorazione delle olive, considerati fino agli anni 2000 come materiali da smaltire in campagna.

Un’attenzione all’ambiente si è sempre avuta, adoperando trattamenti per la coltivazione dell’olivo a basso impatto ambientale e in particolare per la coltivazione biologica e poi per il recupero delle sanse e delle acque di vegetazione. Tutto ciò è iniziato nel 2002 con l’amico Enzo Gambin dell’AIPO di Verona, arrivando ad oggi dove vengono riutilizzati tutti i sottoprodotti della lavorazione dell’olivo con l’estrazione del nocciolino e l’invio delle sanse residue ai biodigestori.